Saperi negati

Raccolta di Scienze, Saperi e Pensieri negati ai più dal Potere e non solo da quello...

Navigazione

Ultimi argomenti


    Neuromarketing: ultima (?) frontiera del controllo mentale!

    Condividi
    avatar
    pinodd

    Numero di messaggi : 926
    Età : 71
    Località : Caprarica di Lecce
    Data d'iscrizione : 09.06.08
    160109

    Neuromarketing: ultima (?) frontiera del controllo mentale!

    Messaggio Da pinodd

    La pubblicità mangiacervelli 04.10.07
    di Laurent Cibien e Pascal Carcanade

    Studiare il cervello per condizionare le nostre scelte commerciali, i comportamenti, persino le scelte politiche.

    Fantascienza? No, è realtà e si chiama neuromarketing. Una parola molto in voga nel mondo scientifico americano, che sta riscuotendo molto interesse tra studi pubblicitari e strateghi della vendita. Ma non solo.

    Grazie alla risonanza magnetica il nostro cervello, la nostra mente, non hanno più segreti.
    Équipes mediche hanno studiato il meccanismo che domina la decisione e la nostra reazione di fronte ad un‘immagine o ad un prodotto.

    Impressionante il campo di applicazione che si apre al di là di questa soglia.
    Chi userà queste conoscenze e come le applicherà? Saremo consumatori liberi di scegliere oppure manipolati senza esserne consapevoli? E c’è di che averne paura perché con questo sistema qualcuno già ne studia un’applicazione sul mercato politico, analizzando la nostra reazione emotiva di fronte ad un volto o ad uno slogan.
    Fonte: http://www.rtsi.ch/trasm/falo/welcome.cfm?idg=0&ids=962&idc=22653
    Video al link: http://real.xobix.ch/ramgen/tsi/vod_2007/TSI1/falo/16_9_pubblicitaMangiacervelli_lw.rm

    Obiettivo dichiarato del neuromarketing:...sviluppare in un individuo la preferenza per una marca, un giornale, un prodotto, un candidato politico, ecc...SENZA CHE LUI SAPPIA PERCHE'".
    Condividi questo articolo su: diggdeliciousredditstumbleuponslashdotyahoogooglelive

    avatar

    Messaggio il Dom 18 Gen 2009, 11:54 Da pinodd

    Addio metal detector, arriva la scansione comportamentale

    Come identificare un terrorista? Mostrargli una foto di Bin Laden e analizzare la sua reazione. [ZEUS News - www.zeusnews.com - 05-01-2009]

    I metal detector possono essere ingannati, i documenti falsificati, i controlli evasi. Ma non si può nascondere il proprio stato emotivo a dei sofisticati sensori biometrici.

    Per migliorare la sicurezza degli aeroporti e identificare i possibili terroristi, l'azienda israeliana WeCU (da pronunciare We see you, cioè Ti vediamo) propone la scansione comportamentale.
    Ai passeggeri in attesa di check-in vengono inviati stimoli particolari - sotto forma di fotografie, simboli, immagini e suoni - mentre dei sensori biometrici nascosti, combinati con termografie e riprese video, raccolgono dati sulle loro condizioni, riuscendo a capire se siano agitati, sorpresi o spaventati.

    Continua al link: http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=9001
    Commento:
    1)E’ noto che le reazioni umane davanti ad uno stesso evento sono diverse per ognuno di noi, e la stessa famigerata “macchina della verità’” si e’ rivelata fallimentare in molte situazioni.
    2)Chi puo’ garantire che l’apparecchiatura sia soltanto uno scansore biometrico e non uno “stimolatore” di aree del cervello (o del resto del corpo). I massimi rappresentanti politico/istituzionali si sono da tempo schierati per il NWO: sono ancora affidabili?
    3)Con la “scusa” del terrorismo sono “cadute” anche le torri gemelle di Manhattan!!!
    4)Dei tre possibili acquirenti i piu’ interessati sono gli Stati Uniti…sempre all’avanguardia nel controllo comporta-mentale dell’essere umano!
    5)Vuoi vedere che questo e’ l’ennesimo “troian horse” per “attivare” quelle zone del cervello di cui si parla nell’articolo di cui sopra?
    Pino

      La data/ora di oggi è Gio 15 Nov 2018, 09:36