Saperi negati

Raccolta di Scienze, Saperi e Pensieri negati ai più dal Potere e non solo da quello...

Navigazione

Ultimi argomenti


    IL BLOG DI PAOLO FRANCESCHETTI

    Condividere
    avatar
    pinodd

    Numero di messaggi : 926
    Età : 69
    Località : Caprarica di Lecce
    Data d'iscrizione : 09.06.08

    IL BLOG DI PAOLO FRANCESCHETTI

    Messaggio Da pinodd il Mar 21 Apr 2009, 18:42

    http://paolofranceschetti.blogspot.com/

    Presentazione LUNEDÌ 12 NOVEMBRE 2007
    Questo Blog nasce dalla mia esperienza professionale, ed è diretto ai giuristi, siano essi avvocati, magistrati, docenti, o cultori del diritto in generale. Come direttore di riviste, e di corsi di formazione per magistrati e avvocati, mi sono reso conto che nel percorso del giurista non c’è mai spazio per parlare di determinati temi ovverosia: rapporti tra politica e banche, magistratura e politica, avvocatura e politica, mafia e massoneria e poteri occulti in generale, con il risultato che il magistrato e l’avvocato spesso sono preparatissimi sui molti modi di impugnare l’autovelox, ma se poi si trovano di fronte ad una causa che riguarda massoneria o mafia sono totalmente impreparati ad affrontarla, perché si tratta di argomenti che non tratta mai nessuno.
    Il blog nasce dopo l’esperienza della giudice Clementina Forleo e dalla mia esperienza personale. Il magistrato si è scontrato con i cosiddetti poteri occulti, e all’inizio non vedeva i segnali di minaccia e di delegittimazione che arrivavano. Solo dopo molto tempo ha collegato la morte dai genitori alle minacce di morte agli stessi che le arrivarono qualche mese prima, perché inizialmente pensava si trattasse di un caso, una coincidenza.
    Nella mia esperienza personale, quando mi sono imbattuto in questioni riguardanti i poteri occulti, ho trovato davanti a me il vuoto. Venne nel mio studio a chiedere aiuto Solange Manfredi, una dottoressa ora mia collega di studio e collaboratrice di questo blog, figlia di un avvocato massone morto in circostanze poco chiare, che le aveva lasciato in eredità documenti e informazioni di varia natura. Nessun magistrato fu disposto ad aiutarci. Nessun avvocato (salvo l’avvocato Carlo Palermo). Nessun organo di polizia. Anzi, le persone in teoria deputate ad aiutarti, divengono le tue peggiori nemiche, perché ti accusano di inventarti le cose, di volerti fare pubblicità, o di essere paranoico. Ciò succede per molti motivi. Collusioni, connivenze, ma più spesso paura o disinformazione. Nella maggior parte dei casi, però è il disinteresse a farla da padrone.
    I primi anni, quindi ce la siamo sbrigata da soli, tra minacce, pericoli, depistaggi, dubbi, cose ancora non chiarite. Ora abbiamo un fitto numero di persone - colleghi, giornalisti, politici, studiosi – con cui collaborare e scambiare informazioni, ma all’inizio avevamo davanti a noi solo il vuoto.
    A poco a poco abbiamo delineato l’intreccio di rapporti in cui viveva l’avvocato Manfredi, i giochi in cui era inserito; il che ci è servito per capire meglio il sistema in cui viviamo.
    Questo sito nasce per parlare di queste tematiche, ma anche per aiutare chi si trova in queste situazioni ed eventualmente avesse bisogno di aiuto, informazioni, o altro.
    Nella speranza che quello che è capitato a Solange non capiti più a nessuno: trovarsi completamente da sola, circondata unicamente dagli esponenti di quei poteri occulti che poi tanto occulti non sono, perché operano più o meno apertamente consci di una giustizia forte con i deboli e debole con i forti, scientemente resa impotente dalla politica.
    Se ci volete scrivere risponderemo a tutti, magari nell'arco di qualche giorno. Se non ricevete risposta è possibile che la mail sia andata persa. Scriveteci di nuovo.
    Abbiamo indicato i nostri numeri di telefono per chi avesse bisogno di un contatto immediato e urgente. Nella nostra esperienza abbiano constatato infatti che chi ha un problema con i cosiddetti poteri occulti, non può attendersi nessuna risposta da istituzioni, magistrati, avvocati, giornalisti, accentuandosi così lo stato di solitudine in cui la persona si trova. Noi proviamo, nel nostro piccolo, ad invertire la tendenza.

    Precisazioni riguardo al copyright

    Ecco cosa penso del copyright. Tutto ciò che scrivo non mi appartiene, perché appartiene già all'Universo, e in questo corpo non c'è NESSUNO che se ne può attribuire la paternità. Il mio materiale siete liberi di riprodurlo, diffonderlo, interpretarlo, fraintenderlo, distorcerlo, alterarlo, potete copiarlo citando la fonte oppure pretendere di esserne voi gli autori, senza bisogno di chiedere il mio consenso. Quegli autori che su internet pubblicano materiale minacciando denunce per "riproduzione anche solo parziale" dei loro scritti sono la prova più evidente che il Sistema Sociale del quale siamo prigionieri su di loro ha avuto pienamente successo.

    Commento: Eloquente la sua presentazione, ma ancora di piu' la sua idea di Copyright, che condividiamo in toto.

      La data/ora di oggi è Sab 23 Set 2017, 14:05