Saperi negati

Raccolta di Scienze, Saperi e Pensieri negati ai più dal Potere e non solo da quello...

Navigazione

Ultimi argomenti


    Scienza di confine: il sesto senso.

    Condividi
    avatar
    nelda

    Numero di messaggi : 524
    Età : 74
    Località : genova
    Data d'iscrizione : 03.07.08

    Scienza di confine: il sesto senso.

    Messaggio Da nelda il Gio 04 Set 2008, 19:42


    Scienza di confine: il sesto senso




    Il Professor Dick Bierman siede davanti al suo computer, in una stanza
    buia. Si sente il rumore di sottofondo di alcuni macchinari in funzione.
    Sorride e preme un bottone rosso.
    Nella stanza accanto, un paziente scivola silentemente all'interno di uno
    scanner cerebrale. Se non fosse per gli strani sorrisi e le espressioni
    che attraversano il volto della donna, ci si potrebbe dimenticare che
    ciò è soltanto una normale visita medica.
    Ma questo scanner è utilizzato per uno dei piu profondamente paranormali esperimenti di
    tutti i tempi, quello che proverà se è possibile o meno predire il
    futuro.
    I risultati - rilasciati esclusivamente al Daily Mail
    - suggeriscono che la gente comune realmente ha un Sesto Senso il quale
    può essere usato per "vedere" nel futuro.
    Tali sensazionali studi - se verificati - potrebbero aiutare a spiegare i poteri
    predittivi dei mediums ed una parte degli altri fenomeni psichici, ad
    esempio quello della Percezione Extrasensoriale, Deja vu e
    Chiaroveggenza. Ad un livello piu mondano, potrebbero spiegare
    l'istinto e le "premonizioni" .
    L'uomo che è dietro questi esperimenti è senz'altro convinto.
    "Siamo soddisfatti del fatto che la
    gente sia in grado di percepire il futuro prima che si materializzi, "
    dice il Professor Bierman, psicologo dell'Università di Amsterdam.
    "continueremo a sperimentare e scopriremo il tipo di persone
    piu portate a questo tipo di percezioni."
    Ma il professor Bierman non è il solo: le sue scoperte riflettono i
    risultati ricavati da altri scenziati e ricercatori paranormali.
    Il Professor Brian Josephson, Nobel per la Fisica dalla Cambridge
    University, dice: "Fino ad ora, le prove sono convincenti. Quello che
    sembra stia succedendo è che le informazioni vengano dal futuro. In
    realtà, non è ancora chiaro nella fisica perchè non sia possibile
    vedere il futuro e d'altronde, non è neanche possibile scartare a
    priori tale possibilità." virtualmente tutte le formule
    scientifiche che spiegano come il flusso dei dati possa fluttuare
    attraverso il tempo, affermano che le informazioni possono viaggiare
    sia nel passato che nel futuro, pertanto, possono viaggiare
    indifferentemente in entrambe le direzioni.
    Poco dopo l'11 Settembre, strane storie circolarono riguardo quei pochi
    fortunati che scamparono alla tragedia.
    è trapelato che molti dei sopravvissuti cambiarono i loro piani proprio
    all'ultimo minuto, dopo aver sperimentato vaghe sensazioni di disagio.
    C'era una tenue e sorda sensazione che "qualcosa" non era ok. Nessuno ne
    parlò, ma poco prima degli attacchi, la gente, sulla base dei propri
    istinti cambiò i propri piani di volo.
    Una donna soffri di
    terribili dolori allo stomaco durante la fila davanti alla biglietteria
    per acquistare il biglietto di uno dei voli sfortunati.
    A causa del dolore perciò, fu costretta a recarsi in bagno, per poi
    guarire spontaneamente. Perse il volo, ma sopravvisse. Naturalmente,
    storie come questa vennero subito classificate come coincidenze.
    Ma in realtà, questo tipo di storie focalizzano l'attenzione su di una
    ben più profonda verità.
    Per esempio, se poca gente avesse deciso di volare negli aerei che
    seguentemente si schiantarono, questo potrebbe suggerire l'esistenza di
    una latente abilità di divinare il futuro. Bene, per quanto strano
    possa semrare, questo è proprio ciò che successe. Gli aereoplani che si
    schiantarono nelle Torri Gemelle erano inusualmente vuoti. Tutti gli
    aerei dirottati stavano trasportando solo metà del numero usuale di
    passeggeri. Pertanto, il fatto che un solo aereoplano fosse vuoto
    potrebbe essere considerato una semplice coincidenza, ma quando gli
    aerei semi vuoti sono tutti e quattro?
    Ma non è solo durante l'11 Settembre che la gente inconsciamente
    sembrò di evitare il disastro. Lo Scienziato Ed Cox infatti scoprì che tutti i treni
    "destinati" a scontrarsi trasportavano molta meno gente di quella che
    avrebbero trasportato normalmente.
    La Dottoressa Jessica Utts,
    una statistica impiegata alla University of California, scoprì
    esattamente lo stesso bizzarro effetto.
    E se fosse possibile divinare il futuro, uno si potrebbe aspettare che
    gli esperti del settore, come ad esempio i piloti, abbiano l'istinto più collaudato di
    tutti. Infatti ancora, questo è ciò che vediamo.
    Quando il Concorde dell' Air France si schiantò nel 2000, fu proprio un profondo
    senso di presagio che intesì l'umore degli ingegnieri di volo prima
    dell'incidente.
    Parlando in modo anonimo al quotidiano Francese Le Parisien,
    uno degli addetti ai lavori parlò di una "morbosa
    aspettativa di un incidente".
    "sentivo che ci saremmo ritrovati nello scenario".[...]
    Il Dottor Dean Radin lavorando nel Progetto Stargate diventò affascinato
    dall'abilità dei soldati "fortunati" di predire il futuro. [...]
    Così, invento un esperimento per verificare tale capacità. Collego i
    volontari ad una macchina della verità modificata, apparecchio che
    misura la tensione elettrica che attraversa la pelle.
    Tale tensione, varia quando una persona reagisce alla vista di immagini o
    video estremamente violenti. La variazione che viene registrata, è
    l'equivalente di uno sbalzo di corrente.
    Radin mostrò ai pazienti immagini sessualmente esplicite o violente
    in sequenza casualmente decisa dal computer.
    Ma presto scoprì che i pazienti reagivano alle immagini prima di vederle.
    Era fin troppo evidente. Gli sbalzi di corrente arrivavano poco prima
    che i pazienti vedessero l'immagine.
    E non successe solo una odue volte per caso, ma talmente tante volte
    che i risultati di tale esperimento impressionarono anche il Dr Kary Mullis,
    Premio Nobel per la Chimica. [...] "è terrificante! " dice "Sono stato in grado di
    vedere 3 secondi nel futuro.. Eppure non dovrebbe essere possibile."
    Altri ricercatori da differenti parti del globo duplicarono gli esperimenti
    del Dr Radin, li migliorarono, ed ottennero risultati simili [...]
    C'è una possibilità su un milione che tali esperimenti siano inattendibili. [...]
    "Credo che possiamo 'percepire' il futuro" afferma il Premio Nobel per la Fisica Brian Josephson. [...]
    Se fossimo tutti in grado di prevedere regolarmente il futuro o
    occasionalmente ricevere brevi visioni di esso, come alcuni medium
    dicono di fare, questo non vorrebbe forse dire che saremmo in grado di
    cambiare il futuro e rendere la "predizione" obsoleta?
    O magari, se fossimo abilitati a ricevere la premonizione e ad agire in
    base a quello? Tali paradossi potrebbero andare avanti per sempre,
    provvedendo una gran quantità di materiale per film come "Minority
    Report" [...]
    "Questo fenomeno ci permetterebbe di decidere
    sulla base di ciò che accadrebbe nel futuro. Perciò, questo
    restringerebbe il nostro libero arbitrio? Beh, sta ai filosofi
    risponere a questa domanda. Io sono una persona troppo superficiale per
    preoccuparmi di ciò." [...]
    "Ho sognato di andare a scuola ma
    la scuola non c'èra piu, qualcosa di nero l'aveva inghiottita" racconta
    una bambina delle 24 persone che ebbero la premonizione del disastro di
    Aberfan, dove, a seguito del crollo di una miniera di Carbone che
    inghiottì un intera cittadina 144 persone persero la vita (116 erano
    bambini).[.. .]
    La Dottoressa della California University
    Jessica Utts, che ha lavorato anche per l'eercito USA e la CIA in veste
    di uditore indipendente delle ricerche paranormali condotte da tali
    Agenzie, sostiene che costantemente campionamo il futuro e usamo tale
    conoscenza per aiutarci a fare scelte migliori.
    "Penso che lo facciamo sempre, abbiamo osservato i risultati e sembra che ciò succeda."
    Pertanto,
    ha ragione la regina, nel film Alice Through the Looking Glass: "Una
    memoria che si ricordi solo del passato non puo essere definita come
    tale."
    http://thesynopticon.blogspot.com/2008/08/scienza-di-confine-il-se

      La data/ora di oggi è Mer 17 Ott 2018, 18:05