Saperi negati

Raccolta di Scienze, Saperi e Pensieri negati ai più dal Potere e non solo da quello...

Navigazione

Ultimi argomenti


    Latte, formaggi, ecc..: NO! GRAZIE.

    Condividere
    avatar
    pinodd

    Numero di messaggi : 926
    Età : 70
    Località : Caprarica di Lecce
    Data d'iscrizione : 09.06.08

    Latte, formaggi, ecc..: NO! GRAZIE.

    Messaggio Da pinodd il Ven 03 Ott 2008, 19:30

    Latte crudele

    Sono cresciuta guardando i cartoni animati di Heidi, la fattoria del nonno, le caprette e le mucche che gioiose aspettavano di essere munte…
    Ho sempre pensato ingenuamente che fosse naturale per le Mucche fare il latte.
    Così come lo pensavo per gli altri animali.


    Invece no!

    Esattamente come accade per ogni donna, anche le altre mamme del pianeta animale fanno il latte per sfamare i loro piccoli. E quindi dopo aver partorito finchè la loro creatura lo richiede.

    L’industria del latte però ha trovato una soluzione: fa ingravidare continuamente questi poveri animali trasformandoli in fabbriche per il latte.

    Le mucche che in natura vivono 35 - 40 anni, si consumano così in 5 anni di sofferenza e di dolore, per diventare alla fine hamburgher e pellame.

    Madri che non possono allattare i loro piccoli e che urlano disperate per giorni interi, inermi, impotenti, attaccate alle macchine che portano loro via il latte. I vitellini, se maschi, sono destinati ad un’alimentazione anemica per diventare carne di “vitella” che ancora qualcuno pensa sia più salutare… se femmine, vengono avviate - come le loro madri - alla prigionia della lattazione.

    La Bufala poi, che prima di essere il nome di una mozzarella è il nome di un essere vivente, è costretta a mettere al mondo vitelli che - se maschi - non hanno quasi valore sul mercato come “carne”.
    Spesso abbandonati dagli allevatori nei fossi a morire di fame. Perchè nutrirli? Perchè lasciarli vivere? Hanno esaurito il loro compito inducendo il latte nella neo-mamma. Il suo latte è troppo prezioso per l’industria casearia, non è per i vitellini, serve per le mozzarelle di bufala. Figurarsi!

    Ecco un altro modo di guardare le cose.

    Ogni specie ha il suo latte con la sua carica nutritiva ed i suoi messaggi ormonali.
    L’uomo ha il latte umano, l’alimento più perfetto che esista. Non è una “bevanda” ma un nutrimento completo, un “accrescitivo” da usare da zero fino ai 6 anni, se la mamma ed il bambino lo desiderano. Perchè avremmo i “denti da latte” altrimenti?

    Nessun animale in natura si nutre di latte di altri animali. Tranne l’uomo.

    Il latte animale non è fisiologico per l’essere umano. Sono anni che non lo bevo più (con grossi vantaggi per la mia salute) e che lo sconsiglio. Idem per i latticini che non sono altro che latte estremamente concentrato, pieno di grassi, promossi ad oltranza grazie alla diceria che contrastino l’osteoporosi. Che non è vero, semmail il contrario dato che sono cibi altamente acidificanti…

    Sono anni che lo insegno e promuovo di sostituire il latte animale con il latte vegetale (soia, riso, mandorle, avena…) che ha il vantaggio di non contenere colesterolo ed essere più digeribile.
    Ma adesso ho questo nuovo pensiero, questa nuova consapevolezza che si sta facendo solco tra i miei neuroni, quando penso al latte vedo tutto questo dolore.
    Un commercio atroce che non ha nulla di “naturale” tranne la bestialità di cui solo gli esseri umani sono capaci.

    Viviana Taccione- Personal Wellness Coach-

    Fonte: http://www.integratorinutrizionali.it/blog/2008/07/09/latte-crudele/
    Commenti:

    1) E’ da molto tempo che ho eliminato il latte di “mucca” dalla mia alimentazione e quasi totalmente i formaggi: miglioramento della digestione e dell’evacuazione, eliminazione di aria nella pancia, niente piu’ coliche intestinali. e se avete bisogno di calcio perche’ siete nella fase di menopausa come sta accadendo a me ci sono molte altre fonti da cui attingere: verdure, integratori nutrizionali.

    2) Sono contenta che comincino a girare queste informazioni. Ho tre bambini (e uno in arrivo). Gli ho allattati tutti con il mio latte e sono stati benissimo fino a quando ho introdotto quello di mucca, Giona è diventato mucolitico e Tabita manifesta delle forme allergiche cutanee. Vorrei trovare un sostituto per i loro cereali…
    Da quando ho letto ‘latte e formaggio’, ho cominciato a non acquistare più formaggi e a preferire la pizza senza mozzarella. Non ho più muco. Quando li mangio (per golosità) ho muco al massimo dopo 2 gg, così anche i bambini. E’ più facile notare peggioramenti quando sei ‘pulita’.
    Non vi dico cosa provo quando vedo mamme di bambini con catarro, otite e raffreddore, offrire loro un biberon di latte e miele!!
    p.s.: Sapete che anche alcuni tipi di steriità sono provocati da questo alimento? Le tube vengono ostruite… informatevi!!

    3) Salve a tutti! Sono anni che non bevo più latte di mucca e neppure quello di altri animali. Mi ci aveva già fatto pensare il mio papà che noi uomini siamo l’unica specie a bere latte anche dopo lo svezzamento e questo mi fece riflettere. Senza latte si riesce a vivere benissimo, anzi… Sino a pochi mesi fa avevo continuamente problemi di mal di stomaco e nessuno riusciva a capire cosa potesse essere. Poi ho provato ad eliminare il latte et voilà…ora sto benissimo. Consiglio a tutti il “latte” di riso!

    4) Ho letto l’articolo sul latte.
    Sono medico ottantenne, da oltre trenta anni sostengo che il latte così come viene inteso e consumato oggi non fa certamente bene alla salute dell’uomo ,sono convinto e ne ho le prove aquisite nella mia ultracinquantennale attività professionale,che molte allergie trovano la loro origine nel consumo indiscriminato di latte vaccino che,purtroppo,assumiamo quotidianamente ed inconsapevolmente perchè presente in molti alimenti che aquistiamo sotto varie forme.
    Quando osai affermare queste mie idee ,oltre trenta anni fa ,in un covegno organizzato da una notissima industria lattiero-casearia, per poco non rischiai il linciaggio e solo in privato potei spiegare al relatore le mie ragioni che non riuscì a contestare.

    Per quale ragione da alcuni lustri sono stati messi in commercio tanti tipi di latte destinati a chi “non può digerire” il latte?

    Il latte vaccino è un alimento innaturale per l’uomo e solo alcuni fortunati si accorgono e capiscono da alcuni sintomi palesi che questo alimento fa loro male e smettono di assumerlo,ma moltissimi non notano alcun sintomo il che non esclude che ne subiscano conseguenze latenti che possono non fermarsi alle sole numerosissime allergie di cui molto spesso non si riesce ad evidenziare la vera etiologia … a buoni intenditor ….
    Vi ringrazio per l’occasione che mi avete data di parlare su questo argomento e chiedo scusa per la prolissità ma in questo caso “repetita iuvant”.
    Giuseppe Pluchino medico patologo ed igienista .

      La data/ora di oggi è Mar 21 Nov 2017, 20:23