Saperi negati

Raccolta di Scienze, Saperi e Pensieri negati ai più dal Potere e non solo da quello...

Navigazione

Ultimi argomenti


    L'olio di Canola.

    Condividere
    avatar
    pinodd

    Numero di messaggi : 926
    Età : 70
    Località : Caprarica di Lecce
    Data d'iscrizione : 09.06.08

    L'olio di Canola.

    Messaggio Da pinodd il Mar 09 Giu 2009, 11:16


    L'olio di canola. Martedì 9 giugno 2009

    Penso che sia importante che un maggior numero possibile di persone venga a conoscenza delle origini di questo prodotto.

    Recentemente ho comprato un tipo di olio per cucinare che e' nuovo ai nostri supermarket: l'olio di canola.

    L'ho provato perche' l'etichetta assicurava che questo tipo di olio fosse il meno ricco di grassi "cattivi".

    Comunque, dopo averne usato mezza bottiglia, l'etichetta continuava ad incuriosirmi e ho cominciato a domandarmi da dove derivasse l'olio di canola. L'olio di oliva si estrae dalle olive, l'olio di arachidi dalle arachidi e l'olio di girasole deriva dai girasoli; e l'olio di canola? Non c'era niente sull'etichetta che potesse suggerirmelo. Cosi' ho cominciato a fare qualche ricerca in internet. Ci sono una miriade di siti internet che pubblicizzano questo fantastico prodotto enfatizzando i benefici sulla salute per il suo basso contenuto di grassi saturi. Perdendoci un pochino di tempo si trovano pero' anche informazioni meno gradevoli.

    Di seguito alcune informazioni che tutti dovrebbero conoscere prima di comprare qualsiasi prodotto contenente canola. Canola non e' il nome della pianta originaria, e' una parola composta dalle parole "Canada" e "olio". La canola e' una pianta modificata geneticamente e sviluppata in Canada che deriva dalla lavorazione della rapa, che fa' parte della famiglia della senape.

    L'Agroalternatives, The Online Innovation e The Technology Magazine for Farmers concordano nel dire che: "l'olio estratto dalle rape, usato da molto tempo per produrre oli per uso industriale, risulta essere tossico sia per gli uomini che per gli animali”.

    L'olio di rapa e' velenoso per gli esseri viventi ed e' un'eccellente repellente per gli insetti. L'ho gia' utilizzato negli ultimi due anni (diluito, come da istruzioni) per uccidere le afidi che infestavano le mie rose. Ha funzionato molto bene, le ha uccise tutte. Provate a chiedere al vostro vivaio. L'olio di rapa viene usato come lubrificante, carburante, materia prima per il sapone e la gomma e per risaltare i colori nelle pagine delle riviste. E' un'olio industriale. Non e' un'alimento. L'olio di rapa, sembra che possa causare enfisema, disfunzioni respiratorie, anemia, costipazione, irritazione e cecita', sia negli animali che negli essere umani. L'olio di rapa e' stato largamente usato nei mangimi animali in Inghilterra e in Europa tra il 1986 e il 1991 fino a quando e' stato bandito.

    Vi ricordate la fobia della "Mucca pazza", quando milioni di capi di bestiame furono macellate incolpati di aver infettato delle persone? Gli animali venivano nutriti con una mistura contenente materiale derivato dalle pecore morte comprese quelle che soffrivano di scrapie. Si pensa che questi mangimi abbiano causato il fenomeno e che da li' la mucca pazza abbia infettato gli uomini. E' interessante notare pero' che quando l'olio di rapa e' stato rimosso dal mangime animale la scrapie e' scomparsa. Non ci sono state altre segnalazioni di mucca pazza da quando l'olio di rapa e' stato rimosso dal mangime animale. Forse questo non e' stato provato scientificamente, ma il fatto e' comunque molto interessante. Gli agricoltori degli Stati Uniti e del Canada coltivano rape geneticamente modificate e gli industriali utilizzano l'olio che ne deriva (canola) nei cibi raffinati, con la benedizione delle agenzie governative canadesi e statunitensi. I siti internet che pubblicizzano l'olio di canola dicono che il suo utilizzo e' sicuro, ammettendo che deriva dalla lavorazione delle rape e insistendo sul fatto che, grazie alla manipolazione genetica, non puo' essere piu' considerato olio di rapa ma bensi' olio di canola. Quindi canola vuol dire "olio canadese"; la pianta e' la rapa anche se modificata geneticamente. Il nuovo nome serve per coprire gli interessi commerciali che fruttano miliardi alle multinazionali. Date uno sguardo agli ingredienti elencati nelle etichette.

    Sembra che stiano sostituendo l'olio di arachidi con l'olio di rapa. Lo ritroviamo in un allarmante numero di cibi raffinati. Inoltre l'olio di rapa sia la fonte per l'iprite, un gas utilizzato dalla industria chimica della guerra, bandito dopo i rigonfiamenti della pelle e polmoni riscontrati nei soldati e nei civili durante la prima guerra mondiale. Alcuni recenti reportage francesi indicano che e' stato ancora utilizzato durante la guerra del golfo.

    Controllate gli ingredienti dei prodotti. Se l'etichetta riporta "potrebbe contenere le seguenti" e riporta olii di canola, potete essere certi che contenga olio di canola perche' e' l'olio che costa di meno e il governo canadese sovvenziona il suo utilizzo alle industrie specializzate nella produzione degli alimenti. Non so cosa utilizzate per cucinare i vostri pasti, ma io usero' solamente olio di oliva e burro proveniente da mucche non modificate geneticamente. Alcune altre informazioni: l'olio di canola derivato dalle rape, viene considerato come olio canadese anche perche' il Canada ne e' il maggior produttore e venditore nel mercato americano. Il governo e l'industria canadese pagarono alla Food and Drug Administration (FDA) 50 milioni di dollari per avere l'olio di canola presente nella lista dei cibi "riconosciuti generalmente come sicuri" (GRAS - generally recognised as safe).

    Cosi' venne creato un nuovo tipo di mercato industriale. Vennero promulgate delle leggi che influenzarono il mercato internazionale, il commercio e le abitudini alimentari tradizionali. Gli studi effettuati sugli animali furono disastrosi. I ratti svilupparono una degenerazione dei grassi contenuti nel cuore, reni e nelle ghiandole adrenali e tiroidee. Quando l'olio di canola veniva tolto dalle loro diete i depositi di dissolvevano ma i tessuti degenerati rimasero in tutti gli organi vitali. Nessuno studio fu effettuato sugli umani prima di cominciare a spendere soldi per pubblicizzare l'olio di canola negli USA. Adrenoleucodistrofi a (ALD) e' una malattia degenerativa mortale molto rara causata dall'accumolo di acidi grassi a catena lunga (dal c22 al c28) che distruggono la mielina (lo strato protettivo) dei nervi. L'olio di canola e' un'olio con acidi grassi a catena molto lunga (c22). Quelli che difendono l'uso dell'olio di canola dicono che i cinesi e gli indiani lo hanno usato per secoli senza nessun effetto, ma quella era una forma non raffinata (preso da GRASSI CHE GUARISCONO E GRASSI CHE UCCIDONO di Udo Erasmus). Il mio livello di colesterolo era 150. Dopo un'anno di utilizzo di olio di canola ho riscontrato che il livello era salito a 260. Cosi' sono tornato ad utilizzare l'olio di oliva naturale e ci sono voluti 5 anni per riportare il livello a 160. Cosi' comincia la mia ricerca di risposte anche se la maggior parte dei medici dicono che l'olio di canola e' salutare. Mia sorella verso' dell'olio di canola su di un pezzo di tessuto e la macchia fu lavata via solo dopo 5 trattamenti di pre-lavaggio e un lavaggio a fondo molto duro. Ha smesso di utilizzare l'olio di canola domandandosi cosa potesse fare al nostro organismo se il lavaggio d'un semplice pezzo di stoffa era stato cosi' difficoltoso. Nostro padre alleva uccelli e controlla tutti i loro mangimi accertandosi che non contengano semi di rapa. "Gli uccelli li mangiano, ma non vivono molto a lungo". Una nostra amica che lavoro' per soli 9 mesi come controllore di qualita' in una fabbrica che produceva mele fritte, dove veniva utilizzato l'olio di canola esclusivamente per friggere, sviluppo' numerosi problemi di salute. Questi includevano: perdita dei denti e problemi gengivali; intorpidimento di mani e piedi; gonfiore a braccia e gambe al risveglio mattutino; forti dolori alle articolazioni soprattutto delle mani e vista nebulosa, costipazione e defecazione a forma di palline nere, perdita dell'udito; lacerazioni cutanee causate dagli urti; mancanza di energia; perdita di capelli e problemi cardiaci. Sono passati cinque anni da quando ha smesso di lavorare in quella fabbrica e ancora ha qualche dolore articolare, problemi alle gengive e torpore. Un suo collega, di circa 30 anni, che saltuariamente mangiava qualche prodotto, ad un controllo di routine gli venne riscontrato che i suoi vasi sanguigni erano come quelli di una persona di 80 anni. Due impiegati che portavano alcuni scarti di produzione ai loro vitellini gli procurarono la perdita del pelo. Non appena le mele fritte non gli furono piu' date il loro pelo ricresceva.

    Mia figlia e le sue ragazze si stavano raccontando delle barzellette. Stephanie colpi' per gioco il braccio della madre con l'impugnatura del coltello da burro, "oh mamma" non cosi' forte da ferire. Il braccio di mia figlia si apri' come se fosse marcio. Mi chiamo' subito per chiedermi cosa avrebbe potuto causare una cosa del genere. Gli dissi: "scommetto qualsiasi cosa che stai usando l'olio di canola". Infatti ne aveva una grossa brocca nella dispensa. L’olio di rapa e' un olio penetrante, utilizzato dall'industria e non va bene per l'alimentazione umana. Contiene una sostanza tossica. Anche dopo la lavorazione per ridurre il contenuto di acido erucico, rimane un olio penetrante. Abbiamo riscontrato che diventa rancido molto velocemente. Quest'olio lascia un'odore di rancido anche sui vestiti. E' stato accertato che l'olio di rapa utilizzato dai cinesi per friggere produce degli agenti chimici che provocano il cancro. (Il fumo dell'olio di canola provoca il cancro ai polmoni) Amal Kumar Maj. The Wall Street Journal 7 giugno 1995, pB6(W) pB6 (E) col 1 (col 11) Redatto da Darleen Bradley.

    Utilizzare l'olio di canola per cucinare e per le insalate e' un pericolo per la salute. Non e' l'olio salutare che pensavamo che fosse. Non e' adatto al consumo umano, non utilizzare l'olio di canola, potresti ammalarti. Grassi polinsaturi o no, questo e' un olio che fa' male. Andate su un qualsiasi motore di ricerca e cercate: Where does Canola Oil come from (da cosa deriva l'olio di canola) e leggete i risultati. Qualcuno potrebbe non essere d'accordo con quanto scritto, potete controllare l'indirizzo http://www.cansa.co.za/facts_myths_diet_canola.asp per vedere il punto di vista contrario. A voi la scelta.

    Dalla Lista di Menphis75

      La data/ora di oggi è Dom 17 Dic 2017, 20:30