Saperi negati

Raccolta di Scienze, Saperi e Pensieri negati ai più dal Potere e non solo da quello...

Navigazione

Ultimi argomenti


    Le persone credono quasi a tutto! (3)

    Condividi
    avatar
    pinodd

    Numero di messaggi : 926
    Età : 70
    Località : Caprarica di Lecce
    Data d'iscrizione : 09.06.08

    Le persone credono quasi a tutto! (3)

    Messaggio Da pinodd il Sab 11 Apr 2009, 23:29

    Le persone credono quasi a tutto!

    IL LINGUAGGIO DELL’ATTACCO
    Quando le società di PR attaccano i gruppi ambientalisti legittimi e le persone della medicina alternativa, anche lì usano parole che colpiscono a livello emotivo:
    - scandalo
    - scienza spazzatura
    - allarmante
    - fobia
    - allarmista
    - scienza autentica
    - ragionevole
    - responsabile
    - imbroglio
    - isteria
    La prossima volta che leggi un articolo di giornale riguardo ad una questione ambientale o riguardo alla salute, nota come l’autore mostra la la sua inclinazione usando i termini di cui sopra. Questo è il risultato di un addestramento molto specializzato.
    Un’altra tecnica standard delle PR è quello di usare lo stesso linguaggio degli ambientalisti per difendere un prodotto pericoloso e non sottoposto a test che costituisce un’effettiva minaccia per l’ambiente. Questo possiamo vederlo costantemente dietro lo schermo fumoso delle PR che circonda i cibi geneticamente modificati. Loro affermano che gli OGM sono necessari per produrre più cibo e per porre fine alla fame nel mondo, quando in realtà la produzione degli OGM per acro è inferiore a quella dei prodotti naturali. (Stauber p 173) L’intero disegno appare chiaro una volta che si è realizzato che tutti i cibi OGM sono stati creati dai produttori di erbicidi e pesticidi perché possono sopportare più grandi quantità di erbicidi e pesticidi. (The Magic Bean)
    IL MIRAGGIO DELLA RECENSIONE AUTOREVOLE
    Pubblica o perisci è il classico dilemma di ogni ricercatore. Questo significa che chi si aspetta di ricevere fondi per il prossimo progetto di ricerca sarà meglio che ottenga la pubblicazione di quella attuale sui migliori giornali scientifici. E tutti sappiamo che i migliori giornali scientifici come JAMA, New England Journal, British Medical Journal, etc. ricevono la recensione autorevole. Recensione autorevole significa che ogni articolo che viene pubblicato, in mezzo a tutti quei coloratissimi inserti pubblicitari di farmaci e intere pagine di propaganda delle case farmaceutiche è stato rivisto e accettato da qualche tipo molto intelligente con un sacco di credenziali. Il presupposto è che, se l’articolo ha superato la revisione autorevole, i dati e le conclusioni della ricerca sono stati interamente verificati e sono attendibili.
    Ma ci sono alcuni piccoli problemi in questa circostanza. Prima di tutto i soldi. Anche se i prestigiosi e venerabili giornali medici pretendono di essere così obiettivi, scientifici e incorruttibili, in realtà si trovano di fronte ad un fattore importante che accomuna tutte quelle riviste dalle pagine patinate di cui devono tener conto: non contrastare i tuoi inserzionisti. Tutte queste intere pagine di pubblicità di prodotti farmaceutici nei migliori giornali costano miliardi. Per quanto tempo ancora una casa farmaceutica pagherà per lo spazio pubblicitario dell’intera pagina centrale in una rivista che pubblica una ricerca scientifica autentica che attacca inequivocabilmente la dichiarata sicurezza del farmaco pubblicizzato nella pagina centrale? Pensaci. Gli editori non sono stupidi.
    Un altro problema è il famoso conflitto di interesse. Tutti i giornali che trattano gli argomenti della medicina devono avere un requisito formale: qualsiasi legame finanziario fra l’autore e un’azienda produttrice deve essere reso noto nell’articolo. Uno studio fatto nel 1997 su 142 giornali medici non ha trovato nemmeno un riferimento di tali legami. (Wall St. Journal, 2 Feb 99)
    Uno studio del 1998 fatto sul New England Journal of Medicine ha rilevato che il 96% degli articoli recensiti da autorità in materia avevano legami finanziari con il farmaco che stavano studiando. (Stelfox,1998) Brutta sorpresa, vero? Diventa tutto chiaro ora? Direi di sì. Questo studio dovrebbe essere reso noto ogni volta che qualcuno inizia a diventare troppo enfatico riguardo alla obiettività delle recensioni autorevoli, come loro fanno spesso.
    Poi c’è il vero e proprio acquisto dello spazio. Una società farmaceutica può semplicemente pagare $ 100.000 a un giornale per far stampare un articolo ad essa favorevole. (Stauber, p 204)
    Le frodi nelle recensioni autorevoli non sono una novità. Nel 1987, il New England Journal pubblicò un articolo che si atteneva alla ricerca di R. Slutsky MD che copriva un periodo di sette anni. In tale periodo il Dr. Slutsky pubblico 137 articoli su diversi giornali che fanno le revisioni autorevoli. Il New England Journal scoprì che in almeno 60 di questi 137, c’erano evidenze di considerevoli frodi scientifiche e travisamenti incluso:
    - riportare risultati di esperimenti mai fatti
    - riportare esami mai eseguiti
    - riportare analisi di statistiche mai fatte
    - Engler
    Dean Black, PhD, chiama Effetto Babele ciò che avviene quando dati scientifici fraudolenti molto comuni e non individuati nei giornali di recensione autorevole vengono citati da altri ricercatori, che poi vengono ri-citati da altri ancora e così via.
    Vuoi vedere qualcosa che riassume questa intera discussione? Esamina la pubblicità che spesso appare sul Journal of the American Medical Association, senza scordarti che questa è la stessa pubblicazione che per almeno 50 anni ha pubblicato riquadri pubblicitari delle sigarette che proclamavano i benefici effetti del tabacco. (Robbins)
    Molto scientifico, vero?
    FAI A PEZZI IL TELEVISORE?
    Spero che questo capitolo ti abbia dato dei suggerimenti utili per leggere i giornali e le riviste in maniera un po’ diversa, e che ora forse inizi a guardare i telegiornali con un diverso atteggiamento rispetto a prima. Domandati sempre, cosa stanno vendendo qui? e chi sta vendendo? E se davvero mettessi in pratica il contenuto del libro di Stauber & Rampton e verificassi alcune delle risorse elencate in fondo alla pagina potresti intravedere la possibilità di elevare di un gradino la tua vita semplicemente smettendo di sottomettere il tuo cervello ai mass media. E’ così - non più giornali, non più telegiornali, non più la rivista Time o Newsweek. Si può farlo davvero. Pensa cosa potresti fare con il tempo che ti avanza.
    Davvero senti il bisogno di dedicare alcune ore al giorno per "rilassarti" o scoprire "cosa succede nel mondo"? Pensa un minuto alle notizie dei passati due anni. Pensi davvero che le principali vicende che hanno dominato nelle prime pagine dei giornali e nei telegiornali costituiscano "ciò che succede nel mondo"? Davvero pensi che non succeda altro oltre le inventate crisi tecnologiche, l’inventata scarsità energetica, i rifiltrati resoconti di violenza e disastri dall’estero, e le altre non-storie che i burattinai fanno penzolare davanti ai nostri occhi ogni giorno? Per non parlare di quando ottengono una grossa notizia, come Monica Lewinsky o le bombe di OklaHoma, o l’attentato dell’11 Settembre? Abbiamo davvero bisogno di conoscere i dettagli giorno per giorno? Abbiamo modo di verificare tutti quei dettagli se volessimo? Qual’è lo scopo delle notizie? Informare la gente? Non proprio.
    Il solo scopo delle notizie è quello di mantenere il pubblico in uno stato di paura e incertezza così che guardi di nuovo domani e riceva lo stesso annuncio pubblicitario. Troppo semplice? Naturalmente! Questo è il marchio della maestria dei mass media - semplicità. La mano invisibile. Come Edward Bernays disse la gente deve essere controllata senza che lo sappia.
    Riflettiamo: che cosa è successo davvero nel mondo durante tutto il tempo in cui ci hanno distratti con tutta quella fastidiosa cortina di fumo quodidiana? Paura ed incertezza - - ecco come si induce la gente a chiederne sempre di più.
    Se questo pensiero può sembrare un po’ estremista, facciamo un’ulteriore passo: Che cosa ti mancherebbe nella vita se tu smettessi del tutto di guardare la TV e di leggere i giornali?
    Una tale decisione comporterebbe davvero una perdita economica, morale, intellettuale, letteraria, spirituale o culturale nella tua vita?
    La tua famiglia ha davvero bisogno di assorbire continuamente i valori analfabeti, amorali, strambi, senza cultura e estremamente cervellotici dei protagonisti proposti nella media dei programmi serali televisivi? Sono "normali" questi robot fasulli e programmati?
    Hai bisogno di essere imboccato costantemente riguardo ai valori della tua vita?
    Sono davvero divertenti tutti questi spettacoli, o sono semplicemente una distrazione necessaria per impedirvi di guardare la realtà o di provare a capire da voi le cose, con un po’ di letture indipendenti?
    Fate un solo esempio di come la vostra vita è migliorata guardando le notizie in TV o leggendole in un quotidiano. Quale guadagno quantificabile vi è, per voi?
    IL PIANETA DELLE SCIMMIE?
    Senza alcun dubbio noi come nazione stiamo diventando anno dopo anno più tonta. Diamo un’occhiata ai presidenti che abbiamo eletti ultimamente.
    Oppure avete fatto caso ai clamorosi errori grammaticali così ubiquitari nella pubblicità e negli affissi di oggi? La cultura letteraria è una questione molto marginale nella maggior parte delle attuali scuole superiori americane. Tre quarti dei liceali californiani non leggono abbastanza bene da poter superare la maturità. E se credete che in altre parti del paesi si è più brillanti, provate questa: passate ad un alunno delle classi superiori del liceo un libro di Dumas o di Jane Austen, chiedete di aprire una pagina a caso e di leggere ad alta voce un breve brano a caso. Fatelo davvero!
    Le tabelle SAT vengono abbassate sempre più ogni anno in modo arbitrario per nascondere il fatto di quanto i bambini diventano più ottusi, ogni anno.
    Almeno il 10 % degli alunni ha delle "difficoltà di apprendimento" documentate, e queste vengono rafforzate e premiate con un trattamento speciale e con farmaci speciali. Avete più sentito parlare di bocciature?
    Oppure osservate il livello intellettuale dei film medi. Oggi possono essere presentati anche per solo una o due settimane, specie se non ci sono abbastanza scene di esplosioni, cacce, silicone, arti marziali fasulle e dialoghi rincretiniti.
    La radio? Riflettete sul basso livello mentale delle scimmie da animazione fasulla che vengono proposti come DJ. Pare che si permetta loro non più di 50 idee, da ripetere semplicemente a caso. E da quando la musica popolare non richiede più lo studio di uno strumento musicale o di qualunque teoria, per non parlare della musica classica? Ma forse noi semplicemente non comprendiamo questa forma d’arte emergente, giusto? Il Darwinismo alla MTV: le scimmie discendono dall’uomo.
    Avete mai notato che la maggior parte degli articoli nelle riviste patinate sembra scritta dalla stessa persona? Una persona che sembra appena uscita dalle medie inferiori? Eppure ha tutte le opinioni corrette sugli argomenti sociali; non ha idee originali; dispone invece di quell’onniscienza piatta, liscia ed omogeneizzata che ci assicura che tutto andrà benissimo … Sì, tutto va benissimo.
    Tutto questo è grandioso per l’industria PR perché rende il loro lavoro tanto più facile. Non solo pochissime persone badano al processo di condizionamento; ancora meno persone sono in grado di comprenderlo, anche se qualcuno lo spiegasse loro.
    IL TE’ IN CAFETERIA
    Immagina di trovarti in una caffetteria piena di gente. Comperi una tazza di tè. Stai per sederti quando vedi il tuo amico dall’altra parte della sala.
    Così metti giù la tazza, attraversi la sala e parli con il tuo amico per alcuni minuti. Ora, torni al tuo tè, lo riprendi semplicemente per berlo?
    Ricorda, questo è un posto pieno di gente ed hai lasciato incustodito il tuo tè per alcuni minuti. Hai dato accesso al tuo tè a chiunque nella sala.
    Perché la tua mente dovrebbe essere trattata in modo diverso? Quando accendi la TV oppure assorbi le pubblicazioni di massa ogni giorno in modo acritico - queste attività permettono a "chiunque" di accedere alla vostra mente - chiunque abbia un programma, chiunque abbia i mezzi per creare un’immagine pubblica attraverso i media in auge. Come abbiamo visto sopra, il fatto di leggere qualche cosa o di vederlo sullo schermo televisivo non significa che sia vero o che valga la pena di conoscerlo. Quello che intendiamo dire: come per il tè, anche per la mente vale la pena di salvaguardarla e di limitare l’accesso.
    Il tempo è il nostro bene maggiore. Perché sprecarlo permettendo che il nostro potenziale, la nostra personalità e i nostri valori vengano plasmati, trasformati e limitati secondo i capricci dei manipolatori di masse? Molte decisioni sono di importanza fondamentale per il nostro benessere fisico, mentale e spirituale, e queste decisioni richiedono informazioni e ricerche.
    Se si tratta anche di questioni economiche, non sarà facile ottenere dei dati oggettivi. Ricorda: se tutti sanno qualche cosa, quell’immagine è stata comperata e pagata. La vera conoscenza richiede un po’ di impegno; bisogna scavare almeno di un piano sotto quello che "tutti sanno".
    RIFERIMENTI
    Fonti originali:
    ADHD syndrome
    Il Giardino dei libri
    http://www.ilgiardinodeilibri.it/speciali/la_gente_crede_a_quasi_tutto.php
    Stauber & Rampton Trust Us, We’re Experts Tarcher/Putnam 2001
    Ewen, Stuart PR!: A Social History of Spin 1996
    ISBN: 0-465-06168-0
    Published by Basic Books, A Division of Harper Collins
    Tye, Larry The Father of Spin: Edward L. Bernays and the Birth of Public Relations
    Crown Publishers, Inc. 2001
    King, R Medical journals rarely disclose researchers’ ties
    Wall St. Journal, 2 Feb 99.
    Engler, R et al. Misrepresentation and Responsibility in Medical Research
    New England Journal of Medicine v 317 p 1383 26 Nov 1987
    Black, D PhD Health At the Crossroads Tapestry 1988.
    Trevanian Shibumi 1983.
    Crossen, C Tainted Truth: The Manipulation of Fact in America 1996.
    Robbins, J Reclaiming Our Health Kramer 1996.
    Bernays, E Propaganda Liveright, New York 1928.
    Jefferson, T Writings New York Library of America, p 493; 1984.
    O’Shea T The Magic Bean 2000 www.thedoctorwithin.com
    Alternative Medicine magazine May 2001.

    Articolo scritto il giovedì, dicembre 4th, 2008 alle 17:04 e archiviato in Attualità.
    Articoli Correlati
    • Il Presidente U.S.A. la P.N.L. e l’Ipnosi
    • Progetto Legge popolare sulle Medicine non convenzionali
    • Realizzare un impianto fotovoltaico a costo zero? Chiarezza, please!
    • Zero + DVD: Inchiesta sull’11 settembre
    • Buon Natale
    *Commento a “E’ufficiale: le persone credono quasi a tutto!” 6 dicembre 2008
    Il mondo è fatto di gonzi che le bevono più facilmente quanto più sono grosse. Purtroppo, la maggior parte della gente usa poco l’intelletto, per cui dipende da “maestri” che pensano per loro, religiosi o politici, e si fanno trattare come gregge in cerca di un pastore.
    Fonte: http://www.ilmegliodite.net/eufficiale-le-persone-credono-quasi-a-tutto/
    FINE

      La data/ora di oggi è Gio 16 Ago 2018, 01:22