Saperi negati

Raccolta di Scienze, Saperi e Pensieri negati ai più dal Potere e non solo da quello...

Navigazione

Ultimi argomenti


    RISCHIO CANCEROGENO ASSOCIATO A CAMPI MAGNETICI A 50/60 HZ

    Condividi
    avatar
    pinodd

    Numero di messaggi : 926
    Età : 70
    Località : Caprarica di Lecce
    Data d'iscrizione : 09.06.08

    RISCHIO CANCEROGENO ASSOCIATO A CAMPI MAGNETICI A 50/60 HZ

    Messaggio Da pinodd il Mar 16 Set 2008, 19:08

    Premessa

    Il problema dei rischi per la salute, in particolare quello del rischio cancerogeno, associati all'esposizione a campi elettrici e magnetici di frequenze estremamente basse ( Extremely Low Frequencies, ELF ) generati da linee di trasmissione ed altre installazioni elettriche (generalmente a 50 Hz, a 60 Hz in USA e Canada) e` stato oggetto di studi epidemiologici a partire dalla fine degli anni settanta.

    L'Istituto Superiore di Sanita`, nel 1989, produceva il rapporto "Linee ad alta tensione: modalita` di esposizione e valutazione del rischio sanitario" (Grandolfo et al., 1989), nel quale veniva presentata una sintesi della letteratura scientifica disponibile e si formulavano quattro principali conclusioni:

    1) Esistono elementi per ritenere che l'esposizione a campi ELF accresca il rischio di neoplasia, anche se questa relazione non e` per ora dimostrata in termini convincenti;

    2) Qualora si stabilisca un nesso causale fra l'esposizione a campi ELF e l'insorgenza di neoplasie, risultera` esposto a rischio non solo chi abita in prossimita` delle linee ad alta tensione, ma anche l'utente di energia elettrica a livello domestico;

    3) Le ricerche in corso in diversi paesi europei, negli USA, e in Canada porteranno, nel giro di qualche anno, a fornire risposte esaurienti ai quesiti aperti;

    4) Tenuto conto delle attuali incertezze e del fatto che gli studi di laboratorio hanno finora fornito scarsi elementi a sostegno dell'ipotesi che i campi ELF possano essere associati ad un aumento di incidenza dei tumori, si ritiene che i dati epidemiologici oggi disponibili non possano essere assunti a base di processi decisionali e di misure di sanita` pubblica.

    A distanza di alcuni anni, considerando la mole di nuovi dati prodotti su questo tema, e`apparso opportuno effettuare una nuova valutazione della letteratura scientifica disponibile e formulare alcune considerazioni di sanita` pubblica.

    Continua al link: mediafire.com ?eo5vmggxwb3

      La data/ora di oggi è Sab 26 Mag 2018, 14:56