Saperi negati

Raccolta di Scienze, Saperi e Pensieri negati ai più dal Potere e non solo da quello...

Navigazione

Ultimi argomenti


    PERCHÉ ADOTTARE IL REGIME VEGETARIANO

    Condividere
    avatar
    pinodd

    Numero di messaggi : 926
    Età : 70
    Località : Caprarica di Lecce
    Data d'iscrizione : 09.06.08

    PERCHÉ ADOTTARE IL REGIME VEGETARIANO

    Messaggio Da pinodd il Lun 03 Nov 2008, 22:00

    PERCHÉ ADOTTARE IL REGIME VEGETARIANO

    La maggior parte delle persone hanno l'impressione che un pasto senza carne è incompleto in quanto da tempo immemore è stato considerato assioma indiscusso il fatto che la carne costituisce il migliore alimento per l'uomo. Tutti gli altri alimenti sono sempre stati considerati dei semplici complementi ai diversi tipi di carni figuranti nei menù dei pasti. Nulla è più erroneo. Le esperienze scientifiche attuali provano fermamente che i principi nutritivi ottenuti dai vegetali hanno il maggiore potere energetico é la ragione la troviamo facilmente quando esaminiamo la cosa dal punto di vista occulto.

    La Legge di Assimilazione stabilisce che "nessuna particella di cibo può essere assimilata nel nostro corpo fin tanto che le forze che essa contiene siano state soggiogate dallo Spirito che risiede in ogni uomo". Questo Spirito dev'essere il governante assoluto e indiscusso del nostro organismo, gerente autocrate delle sue cellule, evitando così che esse tornino ad essere indipendenti come avviene dopo la morte, quando ritiratosi lo Spirito Interno il corpo si decompone.
    Il livello di coscienza delle cellule determina il loro potere di individualizzazione. Più questo livello è basso, più è facile allo Spirito Interno agire come governante delle funzioni vitali dell'organismo che esse compongono. Le cellule consumate da un organismo hanno anch'esse la loro forma di coscienza individuale e collettiva. Per questa ragione il livello raggiunto dal loro "sviluppo spirituale" è un fattore da prendere in considerazione in materia di alimentazione.
    I diversi regni che evolvono sul nostro pianeta sono composti da diversi veicoli ed hanno, per conseguenza, dei livelli di coscienza diversi.

    I minerali hanno un solo veicolo fisico e una coscienza paragonabile allo stato di trance più profonda. Per questa ragione la soluzione più facile sarebbe di appropriarsi delle forze contenute negli alimenti presi direttamente dal regno minerale: È il nutrimento ideale che sarebbe suscettibile di restare più a lungo nel nostro organismo, riducendo la necessità di mangiare spesso; tuttavia constatiamo che le vibrazioni del corpo umano sono troppo rapide e che esso è incapace di assimilare direttamente le particelle inerti del regno minerale. In un organismo in buona salute il sale ed altre sostanze minerali vengono eliminate immediatamente senza per questo essere assimilate: noi abbiamo bisogno di una grande quantità di azoto per ricostruire le cellule distrutte dalle nostre attività quotidiane; l'aria che respiriamo ne contiene una grande quantità e pertanto non possiamo assimilarla perché proviene direttamente dal regno minerale. Affinché l'azoto o qualsiasi altra sostanza minerale possa essere assimilata occorre che le sue energie siano state trasmutate nel Laboratorio della Natura e siano diventate parte integrante di un altro regno: il regno vegetale.

    Le piante hanno un corpo fisico e un corpo eterico ed è quest'ultimo che consente loro di fare questo lavoro di trasmutazione. La loro coscienza è paragonabile a un sonno profondo e senza sogni. Per questo è facile all'uomo che le consuma di padroneggiare la forza contenuta nelle cellule vegetali e di tenerle sotto il suo controllo per un lungo periodo di tempo, cosa che spiega il grande potere energetico dei vegetali.

    Nell'alimento di origine animale le cellule che lo compongono sono già più individualizzate e poiché gli animali hanno un corpo del desiderio che conferisce loro una natura passionale, è facile comprendere che quando consumiamo la carne è più difficile dominare l'energia che viene emanata da queste cellule che godono di una coscienza animale paragonabile a quella di sogno, e che questa energia non resterà a lungo sotto controllo. Per questa ragione un regime carneo richiede degli alimenti in maggiore quantità e dei pasti più frequenti del regime composto di sola frutta e legumi.

    Se ci nutrissimo di carne di animali carnivori, avremmo la sensazione di essere perennemente affamati, perché in detti animali le cellule si sono estremamente individualizzate e per conseguenza cercano di ottenere sempre più in fretta la loro libertà. Il nostro organismo può sopportare anche una eccessiva consumazione di carne, ma essa tuttavia produce dell'acido urico, molto tossico, e ora è ben noto che meno consumiamo carne, meglio stiamo.

    È cosa naturale cercare il migliore nutrimento possibile e dovremmo rammentarci che ogni organismo di origine animale porta in sé i veleni della decomposizione. Il sangue venoso è saturo di gas carbonio ed altri prodotti nocivi destinati ad essere eliminati sotto forma di urina, e di sudore dai reni e dai pori della pelle. . Queste sostanze repellenti sono contenute in tutte le fibre animali che consumiamo (carni, pesci, crostacei, ecc.) e quando ingeriamo simile nutrimento riempiamo il nostro corpo di sostanze tossiche. Molte malattie sono dovute al regime carneo ed è stato anche ampiamente provato che esso favorisce l'aggressività. Possiamo citare la ben nota ferocia degli animali da preda, mentre la forza prodigiosa e la natura docile dei buoi, degli elefanti e dei cavalli mostra il risultato di un regime erbivoro.
    Tosto che adottiamo il regime vegetariano ci mettiamo al riparo da una delle più serie minacce incombenti sulla nostra salute: la putrefazione di particelle di carne trattenute dai nostri denti: La frutta, i cereali e i legumi sono lenti a decomporsi per la loro stessa natura: ogni particella contiene una grande quantità di etere che la conserva fresca per un lungo periodo, mentre l'etere che impregna la carne e forma il corpo vitale di un animale al momento della morte scompare nel medesimo tempo dello Spirito che l'animava. Per questo il rischio di infezione causato dai vegetali è assai raro, mentre una grande quantità di essi sono dei potenti antisettici. Questo si applica particolarmente agli agrumi: arance, limoni, pompelmi, ecc.: senza parlare del loro "re": l'ananas, e alcuni dietologi moderni prescrivono di non consumarli in unione ad altri alimenti durante un medesimo pasto se si desidera trarre il maggior beneficio possibile dai loro principi nutritivi.

    Invece di avvelenare l'apparato digerente, come fa la carne, per effetto della putrefazione che subisce, la frutta pulisce e purifica il nostro organismo e l'ananas costituisce uno degli aiuti più efficaci che l'uomo possa trovare per facilitare la sua digestione. È assai ricco di pepsina che per ottenerla non occorre uccidere gli animali, in cui i biologi la ricercano.
    Nel nostro organismo vi sono dodici sali chiamati biochimici; hanno importanza vitale e corrispondono ai dodici Segni dello Zodiaco. Questi sali sono necessari per la costituzione del nostro corpo. Non si tratta di sali minerali come generalmente si ritiene, ma di sali vegetali. I minerali non hanno un corpo vitale mentre è solo tramite il corpo vitale che avviene l'assimilazione. Per questo noi dobbiamo procurarci questi sali traendoli dal regno vegetale se vogliamo assimilare correttamente il nostro alimento e costruire un corpo solido.

    Il calore distrugge il corpo vitale delle piante e lascia solo la loro parte minerale. Se desideriamo quindi rinnovare le riserve di questi sali nel nostro organismo dobbiamo ricercarli nella frutta e nei vegetali crudi. Siccome la cottura distrugge i preziosi sali biochimici, il nostro regime alimentare dovrebbe contenere una grande percentuale di cibi crudi. Le tisane che otteniamo con infuso, senza bisogno di bollitura, sono pure molto ricche di sali vegetali.

    Non dobbiamo tuttavia trarre affrettatamente la conclusione che tutti dovrebbero cessare dal mangiare carne ed optare immediatamente per un'alimentazione totalmente cruda. Sebbene al nostro livello di evoluzione attuale questo regime sia accessibile a una crescente quantità di individui, dobbiamo fare bene attenzione a non elevare troppo rapidamente il tasso vibratorio dei nostri diversi veicoli perché per assolvere il nostro compito nel mondo secondo le condizioni materiali oggi prevalenti occorre essere bene adattati a queste condizioni.

    PENSIERI DI GRANDI PERSONAGGI SULLA CARNE A cura di Franco Libero Manco (www.universalismo.it)

    In nome di tutto ciò che è sacro nelle vostre speranze per il genere umano, io scongiuro quelli che amano la felicità e la verità di fare ragionevole esperimento del sistema vegetariano (P. Bysshe Shelly).

    Verrà il tempo in cui l'uccisione di un animale sarà considerata alla stessa stregua dell'uccisione di un uomo (Leonardo da Vinci).

    Finché gli uomini continueranno ad uccidere gli animali essi non cesseranno nemmeno di uccidersi tra di loro: il mondo animale si vendica dell'umanità forzandola nelle guerre a divenire carnefice di se stessa (Max de Saxe).

    Nulla gioverà alla salute e alla sopravvivenza della vita sulla terra come l'adozione di una dieta vegetariana. Sono diventato vegetariano per ragioni etiche, oltre che salutistiche. Credo che il vegetarismo possa incidere in modo favorevole sul destino dell'umanità. (Albert Einstein).

    Il vegetarismo non è soltanto una lotta contro la barbarie ma il primo gradino di un processo spirituale (Leone Tolstoi).

    Finché gli uomini si ciberanno come le tigri essi manterranno la natura della tigre (Anne Kingsford).

    La pietà verso ogni essere vivente è la prima valida garanzia per il buon comportamento dell'uomo (A. Shophenauer).

    Ogni animale sgozzato irradia sentimenti di orrore e di odio saturando la nostra atmosfera: dannose vibrazioni si ripercuotono specialmente sui bambini. Sensazioni di terrore fluttuano nell'aria e moltissimi bambini ne sono presi dalla paura senza causa apparente. Non comprendono che l'agitazione proviene dall'atmosfera statua di sentimento ostili provenienti dalle creature immolate ( C. W. Leadbeater).

    Ci sarebbero meno bambini martiri se ci fossero meno animali torturati; meno vagoni blindati che trasportano alla morte le vittime di qualsiasi dittatura, se non avessimo fatto l'abitudine ai furgoni dove gli animali agonizzano senza cibo e senza acqua diretti al macello (Marguerite Yourcenar).

    Proteggere gli animali contro la crudeltà degli uomini, dar loro da mangiare se hanno fame, da bere se hanno sete, correre in loro aiuto se estenuati dalle fatiche, questa è la più bella virtù del forte verso il debole (Giuseppe Garibaldi).

    Verrà il tempo in cui gli uomini aborriranno il consumo di carne come oggi noi aborriamo i cannibali. Uccidere gli animali per nutrirsi del loro sangue e delle loro carni è una delle più deplorevoli e vergognose infermità della condizione umana. Questo nutrimento contiene in se i principi irritanti e putridi che agitano il sangue e abbreviano la vita dell'uomo (Lamartine).

    Gesù ci ha portato il cibo divino. Il cibo carneo è nutrimento per demoni (Porfirio).

    La carne non è un alimento adatto all'essere umano. Il nostro errore è di comportarci come gli animali inferiori pensando di essere superiori (M. Gandhi).

    E io che sono piccolo, piccolo, aggiungo: l'Amore è universale o non è affatto Amore (Franco Libero Manco).

    Fonte: http://www.studirosacrociani.com/testi_rosacroce/depliant/15regime_veget.htm

      La data/ora di oggi è Mar 21 Nov 2017, 20:25